Premio Città di Fiumicino 2017

chantaltoescaVincitore assoluto della V edizione del Festival del Cortometraggio “Corto Corrente” Città di Fiumicino è stato il corto di Chantal Toesca “Non è successo niente” dedicato alla tematica della solitudine e della precarietà di molti anziani, in particolare donne, le quali rifugiano nel desiderio di evasione le loro problematiche particolari. Alla vincitrice è andato un assegno di € 500,00.

Il Festival, organizzato e promosso dall’Associazione Acis e dal Premio Città di Fiumicino “Contro tutte le mafie” ha ottenuto un gradito successo di pubblico partecipante al concorso, proveniente da tutta Italia ed anche partecipazioni estere.valeriogroppa

Il Festival ha deciso poi di omaggiare di un premio simbolico, copia del famoso Oscar, e di una pergamena indicante la motivazione, altri sette cortometraggi, che sono stati: Premio Miglior Soggetto al corto di Dario Leone di Cuneo “Dreaming Apecar”, storia di una badante italiana ad un anziano romeno che ha visto la partecipazione dell’attrice Lorenza Indovina; Premio Miglior Fotografia a “Memorial” di Francesco Filippi da Bologna, cortometraggio girato a Manhattan, narrante la drammaticità della guerra; Premio Miglior Montaggio a “Pre Carità” del regista romano Flavio Costa per aver realizzato una tragicommedia sulla spasmodica ricerca dell’agognato posto di lavoro; Premio Miglior Sceneggiatura all’opera “Shame and Glasses” di Alessandro Riconda da Ivrea con protagonisti bambini delle scuole elementari alle prese con il loro primo amore; Premio Miglior Regia a Valerio Groppa di Roma con il corto “Una morte annunciata” con protagonisti Massimo Ghini, Valeria Solarino e Gabriele Pignotta per aver affrontato in forma metaforica di incubo la triste realtà della nostra amata Italia. Al cortometraggio “La Puglia è la morte sua” di Silvia Cannarozzi da Bergamo è andato il Premio Giuria Popolare, votato e deciso dal pubblico presente alle varie serate di proiezione dei corti finalisti. Premio Speciale della Giuria a “Io…donna,” del regista Pino Quartullo, con attori protagonisti Margherita Buy, Giampaolo Morelli, Massimo Wertmuller e Sergio Rubini a ringraziamento della partecipazione al Festival Corto Corrente, presente alla serata di premiazioni il dott. Matteo Bonadies, scrittore, autore del romanzo dal quale è stata tratta la sceneggiatura e produttore del corto.

L’organizzazione del Festival, soddisfatta per i risultati raggiunti e gli apprezzamenti ricevuti, ha dato appuntamento al prossimo anno, con l’augurio di far conoscere il Festival ad un pubblico sempre più numeroso. 

silviacannarozziflaviocostamatteobonadies

I nostri Video

I Filmati, le Produzioni, le Attività ed i Lungometraggi realizzati dall'Associazione ACIS
i fagottari 2060-1I Fagottari 2060 - 1
i fagottari 2060-2I Fagottari 2060 - 2
La vita è cosiLa vita è così
Fortuna 23Fortuna 23
A natale pranzo fuoriA Natale pranzo fuori
Ora parlo ioOra parlo io
Quel pazzo ambulatorioQuel pazzo ambulatorio
voglia-di-remareVoglia di remare
alla foce del fiumeAlla foce del fiume
alla scoperta di fiumicinoAlla scoperta di Fiumicino
una giornata allufficio di collocazioneUna giornata all'uffico di collocazione
(Nuova produzione cinematografica)