Festival del Cortometraggio - Fiumicino 2017

Comunicati Stampa

Presentazione del nuovo film dell'ACIS dedicato aglii anziani

Sarà presentato la prossima domenica 9 Settembre, alle ore 20.30, presso il Ristorante Amelindo Country Style di Via Foscolo Montini, 3 a Fiumicino, il film “Quel pazzo ambulatorio”, la nuova produzione cinematografica dell’Associazione Acis dedicato in particolare all’inclusione sociale degli anziani.

Il lungometraggio, per la regia di Fernanda De Nitto, narra le vicende che possono accadere all’interno di un centro sanitario polispecialistico dove per una serie di equivoci e per un leggero “velo di follia” che aleggia in tutta la struttura i pazienti ed i singolari medici si trovano uno di fronte all’altro in un uno scambio di ruoli alquanto comico e pittoresco.

filmProntosoccorsoLe sue finalità sociali nascono dal fatto che il lungometraggio è girato per la maggior parte delle scene all’interno di una struttura per anziani di Fiumicino e gli stessi assistiti hanno potuto partecipare alle riprese incuriositi per quanto stava succedendo e soprattutto per la presenza in giro di particolari dottori degni di curiosità. Alcuni anziani sono diventati per alcuni giorni degli attori provetti degni dei noti professionisti ed altri hanno assistito alla lavorazione facendosi anche delle grandi risate per quello che il copione ed i protagonisti stavano realizzando.

Gli anziani sono rimasti entusiasti, invitando tutta la produzione a tornare per una successiva esperienza cinematografica, dove per qualche giorno hanno dimenticato i loro patimenti vivendo un’esperienza unica.

L’Associazione è solita realizzare tali lungometraggi nel quale le finalità sociali costituiscono l’elemento cardine della produzione avendo già prodotto altre sceneggiature dedicate in particolare alla lotta al bullismo ed alla violenza, alla storia della lotta alle mafie e soprattutto all’aggregazione e solidarietà.

 

Nuovo film dell'ACIS dedicato agli anziani

È stato presentato nel corso dell’apertura della IV edizione del Festival del Cortometraggio Corto Corrente Città di Fiumicino la nuova produzione cinematografica dell’Associazione Acis che ha realizzato un lungometraggio dedicato in particolare all’inclusione sociale degli anziani.

Il filmato titolato “Quel pazzo ambulatorio”, per la regia di Fernanda De Nitto, narra le vicende che possono accadere all’interno di un centro sanitario polispecialistico dove per una serie di equivoci e per un leggero “velo di follia” che aleggia in tutta la struttura i pazienti ed i singolari medici si trovano uno di fronte all’altro in un uno scambio di ruoli alquanto comico e pittoresco.

Le sue finalità sociali nascono dal fatto che il lungometraggio è girato per la maggior parte delle scene all’interno di una struttura per anziani di Fiumicino e gli stessi assistiti hanno potuto partecipare alle riprese incuriositi per quanto stava succedendo e soprattutto per la presenza in giro di particolari dottori degni di curiosità. Alcuni anziani sono diventati per alcuni giorni degli attori provetti degni dei noti professionisti ed altri hanno assistito alla lavorazione facendosi anche delle grandi risate per quello che il copione ed i protagonisti stavano realizzando.

Gli anziani sono rimasti entusiasti per ciò che in quei giorni hanno potuto vedere e partecipare invitando tutta la produzione a tornare per una successiva esperienza cinematografica, dove per qualche giorno hanno dimenticato i loro patimenti vivendo un’esperienza unica.

L’Associazione è solita realizzare tali lungometraggi nel quale le finalità sociali costituiscono l’elemento cardine della produzione avendo già prodotto altre sceneggiature dedicate in particolare alla lotta al bullismo ed alla violenza, alla storia della lotta alle mafie e soprattutto all’aggregazione e solidarietà.

Per informazioni:

ALESSANDRO DE NITTO

Cell. 338/5230265

E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Isola Sacra - La prima festa della trebbiatura

L’Associazione “Agro di Isola Sacra” ha organiztrebbiatutaCampozato per il prossimo weekend di sabato 30 Giugno e domenica 1 Luglio la prima edizione della “Festa della Trebbiatura”, un tuffo nel passato delle tradizioni isolane.

 

 

La Festa che si svolgerà ad Isola Sacra, in Via di Valle Sarca (ex ONC) rappresenterà una rievocazione storica dell’evento della trebbiatura, realizzata con un’antica e mastodontica trebbiatrice del classico colore rosso-arancio, che azionata, attmietituraraverso una lunga cinghia di trasmissione, da un motore che nei primi del ‘900 era a carbone e successivamente da trattori con pulegge.

La Festa inizierà nel pomeriggio di sabato 30 Giugno alle ore 16.00 con la benedizione del grano e l’esibizione della “Spensierata Banda di Fiumicino”, alle ore 16.30 prenderà il via l’originale trebbiatura del grano con la “merenda all’aia” e l’assaggio di dolci locali. In serata la degustazione della zuppa contadina, lo spettacolo musicale con balli popolari e la visione di filmati e documentari realizzati in esclusiva dall’Associazione Acis e dedicati alla valorizzazione storica del territorio di Isola Sacra e dei suoi bonificatori con interviste e riprese agli eventi storici e culturali promossi per la divulgazione della cultura contadina locale.

La giornata di domenica si aprirà con una passeggiata, alle ore 9.30, nei luoghi dell’archeologia isolana ed alle 11.30 vi sarà la messa presso la Parrocchia S.M. della Divina Provvidenza di Isola Sacra. Nel pomeriggio, dalle 16.30 in poi ricomincerà la trebbiatura con a seguire giochi popolari, incontri culturali e storici, la visione di documentari, balli popolari ed un finale con il botto.

Nella manifestazione saranno presenti spazi espositivi dedicati ai prodotti tipici, all’artigianato ed al lavoro contadino, ad auto e cicli d’epoca e ad arti e mestieri.

locandinaAGROTREBBIALa manifestazione organizzata dall’Associazione Agro di Isola Sacra, le cui finalità sono tese proprio alla tutela ed alla salvaguardia del patrimonio culturale lasciato dalle famiglie storiche dei bonificatori e coloni di Isola Sacra e della ex Opera Nazionale Combattenti, rappresenta un’occasione unica e commovente per ricordare e tramandare ai giovani una tradizione antica, quella della trebbiatura, nata agli inizi del secolo scorso, momento sacro e di festa nel quale i contadini iniziavano la loro opera che andava avanti anche per giorni, garantendosi dal grano la loro sopravvivenza.

Via Coni Zugna, 112 – 00054 Fiumicino (Rm) – Tel. 348/8245353

www.agroisolasacra.it

C.F./P.I. 11566861008

 

 

Conclusione del progetto di prevenzione al bullismo nelle scuole

A conclusione del progetto di prevenzione al bullismo nelle scuole, di diffusione di una cultura della legalità e della storia dei protagonisti della lotta alle mafie, per l’anno scolastico 2011/2012, l’Acis Onlus, promotrice e fondatrice del Premio Città di Fiumicino “Contro tutte le mafie”, concluderà il prossimo martedì 29 Maggio, alle ore 10.00, presso la Scuola Elementare “Cesare Laurenti” di Civitavecchia la serie di attività culminate con la realizzazione del lungometraggio “Ora parlo io! Non ho più paura”.

Ciak alla Laurenti

La Scuola elementare di Civitavecchia è stata infatti la location prescelta, grazie alla disponibilità della dirigenza e delle insegnanti della struttura, per le riprese del lungometraggio, avente la regia di Fernanda De Nitto.

La presentazione, destinata agli alunni delle classi quinte, sarà anche occasione per ricordare, nei giorni in cui si commemora il ventennale delle Stragi di Capaci e Via d’Amelio, l’eroiche figure dei giudici palermitani Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Il lungometraggio è nato con l’obiettivo di mostrare e diffondere un forte esempio di legalità, dove il più forte e giusto è solo chi rispetta le leggi, le regole e soprattutto le persone. I protagonisti della storia sono tutti bambini e ragazzi, aventi un’età compresa tra i sette ed i diciotto anni, provenienti da molte scuole del litorale laziale, come Fiumicino, Valcanneto e la stessa Civitavecchia.

La presentazione sarà anche occasione per un dibattito con i ragazzi della scuola, al fine di promuovere e proseguire nelle attività di formazione negli istituti scolastici attraverso i Corsi di Legalità, promossi annualmente dall’Associazione Acis. Con l’avvio del prossimo anno scolastico l’Associazione ha intenzione di diffondere il dvd presso tutte le strutture scolastiche interessate alla promozione dell’iniziativa di contrasto al bullismo.

Il lungometraggio ha già ottenuto un notevole successo di critica e pubblico essendo stato presentato da Rai Uno e Rai Tre e proprio, per coronare i soddisfacenti risultati ottenuti, nella stessa data di martedì 29 Maggio, alle ore 20.45, sarà trasmesso dall’emittente televisiva Canale 10.

Nuovo film Acis dedicato agli anziani

Nuova produzione cinematografica per l’Associazione Acis che sta ultimando le riprese di un lungometraggio dedicato in particolare all’inclusione sociale degli anziani.

 

Il filmato titolato “Quel pazzo ambulatorio”, per la regia di Fernanda De Nitto, narra le vicende che possono accadere all’interno di un centro sanitario polispecialistico dove per una serie di equivoci e per un leggero “velo di follia” che aleggia in tutta la struttura i pazienti ed i singolari medici si trovano uno di fronte all’altro in un uno scambio di ruoli alquanto cofilm2012-2mico e pittoresco.

Le sue finalità sociali nascono dal fatto che il lungometraggio è girato per la maggior parte delle scene all’interno della struttura per anziani di Fiumicino “Villa  Faieta” e gli stessi assistiti hanno potuto partecipare alle riprese incuriositifilm2012 per quanto stava succedendo e soprattutto per la presenza in giro di particolari dottori degni di curiosità.

L’Associazione da sempre impegnata nel sociale e nel settore della cinematografia è pronta a far ripartire la  nuova edizione del Festival del Cortometraggio “Corto Corrente – Città di Fiumicino”, un concorso dedicato agli artisti, produttori di cortometraggi, che ha già riscosso un notevole successo avendo visto negli anni trascorsi la partecipazione di attori e registi noti al pubblico internazionale.

Con queste iniziative l’Acis intende diffondere una cultura e conoscenza storica della cinematografia al fine di costituire nel tempo una “Casa del Cinema” punto di riferimento per gli amanti appassionati della celluloide.

Lungometraggio dedicato alla lotta al bullismo, con protaginisti i bambini

Sarà presentato il prossimo sabato 18 Febbraio, alle ore 17.30, presso l’Auditorium della Scuola San Giusto di Via Porto Venere, 145-147, a Fregene, il lungometraggio realizzato dall’Associazione Acis, “Ora parlo io! Non ho più paura”.

Il lungometraggio, della durata di 18 minuti, con la regia di Fernanda De Nitto, narra una storia di bullismo e di legalità nella quale i protagonisti sono i bambini testimoni e partecipi di un progetto di giustizia e di condanna nei confronti di questo fenomeno, che può facilmente dilagare nella società contemporanea.

Gli attori, tutti non professionisti, hanno un’età compresa tra i sei ed i diciotto anni.

Quest’opera ha già avuto una notevole risonanza da parte dei media, avendo ricevuto durante le riprese la visita delle telecamere di Rai Uno “Uno Mattina” ed è già prevista la presenza alla presentazione di Rai Tre “Il Settimanale” e delle altre televisioni private romane e regionali che vorranno intervenire.

Sono state invitate alla prima del lungometraggio le autorità locali, regionali e militari territoriali.

L’iniziativa è realizzata con il Patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia della Regione Lazio L.R.29/93 e dell’Assessorato alla Scuola e Cultura del Comune

I nostri Video

I Filmati, le Produzioni, le Attività ed i Lungometraggi realizzati dall'Associazione ACIS
i fagottari 2060-1I Fagottari 2060 - 1
i fagottari 2060-2I Fagottari 2060 - 2
La vita è cosiLa vita è così
Fortuna 23Fortuna 23
A natale pranzo fuoriA Natale pranzo fuori
Ora parlo ioOra parlo io
Quel pazzo ambulatorioQuel pazzo ambulatorio
voglia-di-remareVoglia di remare
alla foce del fiumeAlla foce del fiume
alla scoperta di fiumicinoAlla scoperta di Fiumicino
una giornata allufficio di collocazioneUna giornata all'uffico di collocazione
(Nuova produzione cinematografica)